Homepage   |   Mappa del sito   |   Contatti   |   Come acquistare  

Rendere potabile l’acqua

La potabilizzazione dell'acqua consiste nella rimozione delle sostanze presenti in un’acqua di pozzo o superficiale, in ogni caso grezza, per ottenere un'acqua che sia pura abbastanza, ovvero potabilie per il normale consumo domestico (sanitario) ma anche per particolari lavorazioni industriali.

Acqua pura versata in un bicchiere

Con il graduale esaurirsi delle sorgenti di acqua naturalmente potabile, si sta sempre più utilizzando l'acqua di origine superficiale (fiumi, laghi naturali e artificiali) che a causa di più o meno pesanti inconvenienti di inquinamento,  non può essere utilizzata tale e quale per scopi sanitari e perciò necessità di specifici  trattamenti per migliorane la sua qualità.
Spesso ciò accade anche per le acque di pozzo che abbiano un alto contenuto di sostanze organiche ed un elevato numero di colibacilli.

Come è fatto l'impiato di potabilizzazione?

L'impianto di potabilizzazione viene realizzato a monte delle condotte di adduzione idrica facendo passare le acque impure attraverso svariate tipologie di apparati atti alla rimozione del materiale inorganico e organico, attraverso metodi fisici, chimici e biologici, in base al tipo di sostanza da eliminare.
Generalmente le sostanze che sono rimosse durante il procedimento comprendono patogeni come protozoi, batteri, alghe, virus, funghi, taluni minerali (anche metalli pesanti), e alcune sostanze chimiche inquinanti prodotte dall'uomo.

Schema funzionale esemplificativo impianto depurazione

Non tutti gli impianti di potabilizzazione sono uguali

Non si pensi però che esista un impianto tipo che va bene in tutti i casi. Ci sono invece svariate tecnologie che vengono utilizzate e combinate per risolvere uno o più particolari problemi. Infatti questi impianti, oltre ad essere dimensionati in base alle portate da trattare, vengono combinati e forniti con specifiche tecnologie per far fronte a distinte situazioni:

Presenza di arsenico

L’arsenico è un elemento molto tossico e purtroppo usato massicciamente nei pesticidi, insetticidi e in passato nel trattamento del legno.
È possibile rimuovere l’arsenico con dispositivi a scambio ionico: si toglie l’arsenico e lo sostituiscono con altro elemento non tossico.

Presenza di ferro

La presenza di ferro in alte concentrazioni è molto fastidiosa: acqua di colore rossastro o marrone, depositi sul fondo di piscine, incrostazioni rossastre su tubature e stoviglie.
Il ferro viene eliminata con una prima clorazione, che ossidandolo lo fa precipitare. Questa modalità però non elimina tutto il ferro disciolto, dunque c’è bisogno dei un deferizzatore a scambio ionico.

Presenza di nitrati

I nitriti e nitrati sono sostanze naturalmente presenti negli alimenti animali, vegetali e nell'acqua. Vengono aggiunti come additivi a insaccati, prosciutti, wurstel, carni in scatola e altri prodotti a base di carne, pesci marinati e a volte anche in prodotti caseari. Se ne fa massiccio uso anche nei fertilizzanti.
La loro tossicità è data dalla quantità che se ne assumono. Infatti al di sopra di un certa concentrazione, l’acqua che li contiene, non può essere considerata potabile. Vengo eliminati grazie a semplici dispositivi a scambio ionico.

Presenza di colibatteri

La presenza di colibatteri nelle acque è data da contaminazioni di scarichi civili o da produzioni zootecniche. La rimozione di tali patogeni è abbastanza semplice. Il metodo più economico è senz’altro quello della disinfezione con cloro, che essendo un potente ossidante, uccide tutti i microorganismi presenti nell'acqua. Altri sistemi sono la disinfezione con raggi UV o una particolarissima filtrazione detta osmosi inversa.

Presenza di calcare

È il fenomeno della presenza di sali di calcio e magnesio. Al disopra dei 20 f° l’acqua viene considerata dura e al fine di evitare sgradevoli inconvenienti, come stoviglie opache, incrostazioni nelle tubature e caldaie ecc. è bene addolcire (rimuovere parte del calcare e magnesio).
Il calcare si rimuove con gli ormai collaudatissimi (da decenni ) addolcitori: Sono semplici dispositivi a scambio ionico. Trattengono i sali di calcare e magnesio e rilasciano cloruro di sodio.

In generale la potabilizzazione delle acque avviene per:

Per altre informazioni, un preventivo o un sopralugo, contattare il sig. Roberto al 320 32.89.415

Principali sottoaree dell'area POTABILIZZAZIONE

  Potabilizzazione acqua di pozzo   |   Potabilizzazione acqua domestica   |   Potabilizzatori

2011 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Valid XHTML 1.0 / CSS